fbpx
Pijàte Coneropoly prima che aumenti el prezo!
Giorni
Ore
Minuti
Secondi

Ispirazioni

Tute le carte so state ispirate da personagi ancunetani storici e famosi o che anne rapresentato molto pe’ la cità de Ancona.

J de Lazareto

Tut’ora nun se cunosce l’origine de sto personaggio che però ha legato el suo nome pe’ sempre ala cità de Ancona. 

Giovanni da Chio, ‘nfati ha giogato ‘n ruolo fundamentale durante l’asedio de Ancona del 1173 ad opera de Venezia e del’imperatore Federico Barbarossa. 

El sacerdote, durante ‘na bufera, se gettò dal porto ‘ntel mare in tempesta con lo scopo de taglià le corde che tenevane ancorate le navi nemiche veneziane, pe’ provocanne la dispersione.

La sua audacia rinvigorì i concitadini ancunetani che insieme respinsero 7 galee nemiche.

Q de Lazareto

Durante l’asedio del 1173 ci fu un altro personagio de spicco, ‘na grande eroina: Stamira

Viene ancora ogi ricordata pe’ esse uscita dale mura, durante un asedio durato 4 mesi da parte dei nemici veneziani, ed avè dato foco a ‘na bote piena de resina e pece, distrugendo cuscì le baricate dei nemici. 

Grazie al suo gesto, gli ancunetani poterono uscì pe’ un breve momento dale mura e rifornisse de cibo proseguendo cuscì la resistenza dela cità. 

Stamira fu però ucisa durante l’impresa. 

K de Lazareto

Francesco Podesti è stato un pittore ancunetano. A lu’ è dedicata una dele strade de Ancona e a lu’ se deve la sala del’imacolata dei palazi vaticani. 

Uno de soi dipinti più celebri è el Giuramento degli Ancunetani, dove se vedene nelo sfondo i monumenti più importanti de Ancona (l’arca de Traià, la chiesa de San Ceriago) e alcuni perzonagi tra cui Giovanni da Chio e Stamira.

J de moscioli

Nicolò Matas è stato ‘n architeto ancunetano. È noto pe’ ave progetato la faciata dela Basilica de Santa Croce a Firenze e a lu’ se devono le decorazioni del Teatro dele Muse. 

Q de moscioli

Poco se fa de Agostina Segatori, tant’è che nun ce sta manco ‘na strada o ‘na piazza dedicata a lia. 

Tutavia è degna de esse ricordata, dato che è stata la principale modela de pittori come Van Gogh e Manet. 

Ce pensi che ce sta ‘na ancunetana ritratta in uno dei loro dipinti?!

Segatori fu anche la proprietaria del Café du Tambourin a Parigi, un bar dove artisti ilustri erano soliti passà el tempo. 

Ad Amsterdam, il caffè del museo de Van Gogh è dedicato proprio a lei, riportando el nome Cafe Le Tambourin.

 

K de moscioli

Franco Corelli è stato un famoso tenore ancunetano, tra el 1950 e el 1970. 

Arivò a debuttà a perzino a New York nel 1961, dando inizio a ‘na cariera amerigana lunga e proficua.

A lu’ è dedigato el teatro dele Muse de Ancona.

J de San Giorgio

Luigi Albertini è stato un giornalista e politico ancunetano. 

Viene ancora ogi ricordato come simbolo dela libertà de stampa e de opinione. 

Diventato diretore del Coriere dela Sera, ne fu poi estromeso nel 1925 perchè nun intendeva cede ala propaganda e agli influsi fascisti. 

El suo busto se trova vicino a Piaza Cavour. 

Q de San Giorgio

Pe’ sta carta ce semo ispirati a ‘na giovane Maria Montessori. Sicuramente saprai già de chi se tratta: ‘na famosa pedagogista, educatrice e medica de Chiaravalle. 

Se i tuoi fioli sò cresciuti o cresceranne bhè, el merito è anche un po’ suo. 

K de San Giorgio

Oltre a perzonagi storici avemo deciso de inserì anche figure tanto amate dagli ancunetà. 

E Umbertì lo era de certo. Ce sta chi lo chiama in tanti modi: zignore, barbone, sognatore.

Era sciguro un perzonagio stravagante ma rimasto nel core di tutti gli ancunetani. 

J del leone San Ceriago

Nun proprio de origini ancunetane ma figlio de un ancunetà. 

Lauro de Bosis fu ‘no scrittore, poeta antifascita. Di proprietà dela famiglia era la Tore Clementina de Portonovo, diventato luogo de ritrovo per artisti e umanisti (anche del calibro de Gabriele D’Annunzio). 

Ancora ogi viene ricordato il suo gesto eroico: nel 3 otobre del 1930 intraprese un volo su Roma, cun la cunzapevoleza che nun sarebe tornato, pe’ distribuì 400.000 volantini antifasciti.

Prima de partì, De Bosis lascia un testo in cui scrive “Varrò più da morto che da vivo”. 

Q del leone San Ceriago

Pe’ sta carta avemo voluto rende omagio a ‘na grande atrice ancunetana: Virna Lisi

Vincitrice de 4 David de Donatelo, 6 Nastri d’argento e un paco de altri premi rapresenta l’orgoglio pe’ tuti noi ancunetà (e anche jesini).

K del leone San Ceriago

Ceriaco Pizzecolli è stato un archeologo e viaggiatore ancunetano. È cunsiderato el padre del’archeologia moderna e a lu’ se devono la prima identificaziò del Partenone de Atene e dele Piramidi. Te pare poco?

Le immagini presenti sulle carte sono rappresentazioni artistiche ispirate ai personaggi in questione, e non intendono raffigurare fedelmente o ritrarre direttamente i soggetti.
Qualsiasi somiglianza con persone reali è puramente casuale.

hai bisogno di aiuto?

Hai domande o non riesce a fare un ordine? Contattaci direttamente su Whatsapp!

× Serve aiuto?